Author's posts

I pensieri di Goccia: dov’è la gioia?

Due o tre cose su Goccia Goccia conosce Spina. A volte uno punge l’altro. A volte uno disarma l’altro. Goccia è un ragazzo, poco più, poco meno. Difficile dire perché lo chiamano così. Forse perché è grassottello, anzi, praticamente morbido e paffuto. Forse perché è delicato quanto una goccia: potrebbe evaporare o asciugarsi in un …

Continue reading

I pensieri di Spina

Il personaggio: quattro o cinque  cose su Spina Cosa uno: Spina è tendenzialmente un essere umano. Lo è più o meno come noi: è un puntino sparso e sperso in un’infinità caotica di puntini che non sa decifrare. A dirla tutta, non sa nemmeno se si possa decifrarla: l’insieme magmatico di puntini potrebbe essere privo …

Continue reading

Come diventare vecchi…

La democrazia

La democrazia Dopo tanto lottare, avevamo finalmente raggiunto la democrazia: c’era voluto tanto, ma ce l’avevamo fatta. Il plurale qui è necessario e dovuto: democrazia significa proprio governo del popolo, la decisione spetta alla maggioranza. È un meccanismo molto semplice ed efficace, e l’uomo, dopo anni, anzi secoli di tirannia, monarchia, e rivoluzioni era arrivato …

Continue reading

Il gioco della guerra

Il gioco della guerra Hybris convinse i suoi amici a giocare a questo nuovo gioco. Tranne Pietas. Non era per lui. Per prima cosa, i bambini si radunarono in una piazza. Ogni bambino aveva una torcia, ed era corazzato di tutto punto. Stivali di papà, un coperchio di pentola come scudo, un cucchiaio di legno …

Continue reading

Sklero sketch. Socrate: so di non sapere.

La danza degli spettri

Le giubbe degli spettri 1870 Era poco più che un ragazzo, poco più che un profeta. Un Paiute, di nome Tavibo. La prima volta che ebbe il sogno aveva le guance arrossate e le mani tremanti. Sorrideva con le lacrime agli occhi. Riempiva di colori le sue parole, di forme i suoi gesti. Ed era …

Continue reading

Dizionario filosofico di un deficiente: il lavoro

“I have long been of the opinion that if work were such a splendid thing the rich would have kept more of it for themselves” Henry David Thoreau “Spendiamo soldi che non abbiamo ancora guadagnato, per comprare cose di cui non abbiamo bisogno, per fare colpo su persone che non ci piacciono.” Will Rogers Definizione …

Continue reading

Il silenzio

Il silenzio Vivevo sulle strade di Mosca. Da qualche tempo avevo perso mia mamma e, quasi di conseguenza, la nostra casa. Ne avevo trovate altre di case, però: la sorte si rimise in piedi, in un regalo di quella solidarietà unica dei momenti tragici. Quel punto e a capo da cui ricominciare. Del resto ero …

Continue reading

L’altruismo degli scoiattoli

Bisognerebbe fare come gli scoiattoli No, non dico saltare sugli alberi o nutrirsi di ghiande (per quanto…) Ma, insomma, lo sapete come fanno dispensa, no? Lo immaginavo. E non lo sapevo neanche io fino a poco tempo fa. È una cosa particolare… deliziosa, oserei dire. Loro fanno grosse scorte durante la stagione estiva: trovano il …

Continue reading